Ieri abbiamo trattato una paziente affetta da un tumore renale di piccole dimensioni. L’abbiamo operata con tecnica di enucleoresezione laparoscopica Robot assistita.
Grazie al nostro robot Da Vinci Xi siamo riusciti ad essere minimamente invasivi, rimuovendo unicamente la lesione maligna e risparmiando il parenchima renale sano e funzionante.

La particolarità di questo intervento è che l’abbiamo eseguito con la tecnica clamp-less, cioè senza andare a chiudere i vasi renali come si fa di solito, evitando così possibili sofferenze renali dovute all’ischemia indotta nella tecnica tradizionale. Questa tecnica è possibile grazie al Robot perché sia lo pneumoperitoneo che la precisione che offrono la macchina riducono al minimo i sanguinamenti dati dall’alta vascolarizzazione renale.

La paziente oggi urina regolarmente, non ha perso sangue durante l’intervento e la funzione renale è perfettamente conservata.
L’obbiettivo della nostra chirurgia è la guarigione completa dell’ammalato. Grazie al Da Vinci riusciamo ad essere sempre meno invasivi, per permettere un recupero più veloce e meno faticoso al paziente, migliorando anche i risultati in termini di radicalità dell’intervento. Questo ha come risultato che si possa tornare al più presto e nel migliore dei modi alle proprie attività quotidiane.

Giovanni Ferrari