Si è appena conclusa la kermesse congressuale della società della Urologia privata italiana.
Sono stati tre giorni intensi che hanno coinvolto il Centro Urologico Europeo in maniera straordinaria.
Il presidente del congresso Giovanni Ferrari ha espresso il massimo dei suoi sforzi organizzativi, realizzando un congresso ricco di spunti scientifici, di innovazione tecnologica, di politica sanitaria, non trascurando l’aspetto fondamentale delle relazioni umane, cioè l’amicizia.
Il gruppo C.Ur.E, attraverso i propri membri, ha fornito contributi scientifici e personali di altissimo livello.
Il dottor Piazza ha tenuto una relazione sugli aspetti più importanti dei sintomi delle basse vie urinarie, il dottor Crivellaro ha mostrato i vantaggi dell’approccio single port in chirurgia robotica.
Il dott.Luca Cindolo ha mostrato un video sulla tecnica di enucleazione prostatica con la tecnica Greenlaser Prostata.
Nel pomeriggio di venerdì il dottor Palminteri ha condensato in una lettura la sua ventennale esperienza sulla gestione chirurgica delle stenosi uretrali.
Il Prof. Brausi poi, ha condotto magistralmente una sessione sui tumori vescicali e i dottori Nicola Ghidini, Dott. Lorenzo Gatti e Vitelli hanno moderato sessioni sulle flogosi prostatiche, neoplasie renali e innovazioni tecnologiche.