Una delle soluzioni all’impotenza sessuale è rappresentata dall’impianto di una protesi peniena. L’intervento consiste nell’introduzione di due protesi, una per ognuno dei corpi cavernosi, attraverso due possibili accessi, uno infrapubico e l’altro peno-scrotale. Entrambi prevedono un’incisione di circa 2-3 cm, attraverso la quale si raggiungono i corpi cavernosi. In seguito si misura la lunghezza del corpo cavernoso dalle crura all’estremità prossimale del glande, per poter adattare la protesi alla lunghezza necessaria. In seguito all’inserimento delle protesi, si applicano dei punti di sutura e una medicazione compressiva. La degenza ha una durata di circa 48-72 ore, e la ripresa dell’attività sessuale si potrà riavere dopo circa 2 mesi.