La laparoscopia è una tecnica chirurgica mininvasiva, attraverso la quale il chirurgo è in grado di operare nell’addome del paziente senza dover ricorrere alla laparotomia, ossia il classico taglio chirurgico. Questo avviene tramite l’utilizzo di strumenti laparoscopici che sono fondamentalmente delle bacchette alla cui estremità è montato lo strumento chirurgico o la telecamera, che vengono inseriti attraverso delle porte, dette trocar, inserite in addome attraverso un taglio di 1-2 cm. I trocar oltre a fungere da porta per gli strumenti laparoscopici, permettono l’insufflazione di CO2 per creare uno pneumoperitoneo e dilatare la cavità addominale. Questo permette sia di operare in un campo con più spazio, che aumentare la pressione intra addominale e ridurre così i sanguinamenti.

Questo approccio mini-invasivo permette di ridurre i tempi di ospedalizzazione, ridurre il dolore dato dalla ferita chirurgica e comporta cicatrici meno evidenti.